E’ giusto chiamarlo Chihuahua toy?

chihuahua-toy.jpg
 

Cerchi una razza toy, la più possibile ? Il Chihuahua è il cane che fa per te.

La storia del Chihuahua, che per millenni accompagna l’uomo, è lunga ed affascinante e abbraccia addirittura l’età azteca. Sin da quei tempi ha fatto compagnia  a persone sia ricche che povere riuscendo ad entrare sempre e comunque nel cuore di tutti. Pur essendo una razza di taglia estremamente toy non presenta i caratteri di aggressività che spesso denotano il carattere di altre razze piccolissime; infatti si presenta estremamente dolce ed è particolarmente indicato per i bambini. Io per primo che in questo momento in cui scrivo ho un bambino di 10 mesi e posso garantire in prima persona come lui sia legato ai cani che ho in casa. Sin da quando è nato ed ha varcato la soglia di casa provenendo dall’ospedale, l’atteggiamento dei miei cani è stato di amore e di accoglienza verso il piccolo nuovo arrivato; questo legame si è andato intensificando nei mesi; attualmente nel tardo pomeriggio/serata ho l’abitudine di lasciar giocare mio figlio su un tappeto con i suoi vari giochini; e loro sono lì, vicino a lui, si lasciano toccare, qualche volta tirare le orecchie. E’ veramente una cosa straordinaria l’attaccamento e la simbiosi che esistono; i cani sembrano non aspettare altro di sera. Una razza toy come è il Chihuahua non può arrecar danni al bambino. In realtà qualsiasi cane, di razza o non che sia, se ben educato, non farà mai del male ad un bambino.

Eppure non di rado la cronaca ci porta a conoscenza di cani che hanno azzannato e ucciso bambini.  Tutto dipende dall’educazione che si impartisce all’animale. Ad ogni modo, una razza di piccole, anzi piccolissime dimensioni, pur volendo non potrà mai fare del male ad un bambino. 

Altra caratteristica straordinaria della nostra razza è l’estrema pulizia e rispetto delle mura domestiche. Nelle ore che manchiamo da casa io e mia moglie i piccoli amici non si azzardano a fare un solo goccio di pipì; sanno che prima o poi verrà qualcuno che li farà uscire a fare le loro cose e così aspettano e tengono i bisogni. A volte il neoacquirente mi fa domande sul comportamento del cane per quanto riguarda la pulizia; anche se so che è difficile che la mia razza sporchi in casa, in genere non mi sbilancio e rispondo dicendo che ogni cane è un individuo a sé, con il proprio carattere ben definito e che non è possibile sapere con certezza come si comporterà da grande. I fattori ambientali sono tanti ed influenzeranno il suo futuro carattere.

Si possono definire dei lineamenti caratteriali relativi alla razza ma sapere con precisione come sarà da grande è praticamente impossibile. Voi riuscireste a prevedere un bambino appena nato cosa diventerà a 30 anni? Potete solo garantire che riceverà una buona educazione  ma il risultato finale non è prevedibile a priori.

Spesso per cercare su internet dei cuccioli utilizziamo la parola “toy” che sta a significare giocattolo. Ma cercare a parola “Chihuahua toy” non è proprio corretto, perché da come digitiamo sembrerebbe che esistono due varietà, una normale e una in miniatura ! In realtà non è affatto così. La razza è unica e pesa dai  500gr ai 3 kg, non un grammo di meno né uno di più. Spesso ricevo telefonate da probabili acquirenti che cercano di sapere su un cucciolo di 40 giorni la precisione al millesimo del suo peso da adulto..ma come faccio a saperla ??!! Posso dare informazioni riguardo il peso dei genitori, ma nulla di più. Ma poi, scusatemi, che differenza c’è se peserà 1,8 kg o 2,2 kg?  State scegliendo un compagno che vi regalerà quasi 20 anni di amicizia e voi state a guardare grammo in più/ grammo in meno!

Ancora di peggio mi succede con i Beagles dove c’è la convinzione che si possa scegliere tra due razze : quella classica e quella Elisabeth, più piccola e più pregiata, del peso di circa 3kg. Nulla di più sbagliato. L’Elisabeth è una varietà esistita nell’800 soltanto in Inghilterra, ma che non ha mai messo piede in Italia. Il Beagle è uno solo e ce lo teniamo così com è. 

Quindi, per la razza Chihuahua ci rifacciamo allo standard, che è un po’ il “vangelo” per tutte le razze, vale  a dire la descrizione delle caratteristiche fisiche, psichiche e attitudinali di ciascuna delle 400 razze esistenti: Negli standard vengono elencate le caratteristiche della razza, l’impiego, la classificazione, e poi si inizia a descrivere in maniera precisa le caratteristiche della razza in questione : testa, collo, tronco, arti, coda,ecc..ma anche il carattere; infine peso e altezza completano il quadro. Vi è anche un elenco dei difetti, cioè delle caratteristiche che escludono un soggetto dall’appartenenza alla razza in questione. 

Negli ultimi anni c’è stata proprio una toy-mania : si cercano le classiche razze da compagnia sempre più piccole : Barboni, Schnauzer, Volpini… si cerca in maniera quasi maniacale l’estremamente piccolo senza sapere i numerosi problemi che comportano le riduzioni di taglia : parti difficili, nanismo, occhi a palla. Tutto ciò ha portato pseudo allevatori senza scrupoli a cercare di miniaturizzare le razze di cane tipicamente da compagnia per dire al grande pubblico “io ho il cane più piccolo in assoluto” e venderlo ad un  prezzo carissimo. Ma questo non è allevare .

Del Chihuahua io apprezzo tanto la sua manegevolezza intesa nel senso pratico del termine; anche se fa un bisogno in casa il danno è veramente minimo perché è la quantità ad essere minima. Pochi grammi quotidiani di crocchette, qualche avanzo dalla tavola e anche lui ha soddisfatto le sue esigenze. Veramente un cane per tutti, da tenere, però, assolutamente in appartamento e portare fuori solo con belle giornate e per sgambettare; diversamente da altre razze rustiche, la nostra patisce in maniera letale il freddo per cui è consigliato per ogni tipo di famiglia, ma deve assolutamente vivere nelle mura domestiche, a stretto contatto con i suoi compagni a due zampe.